CRONOLOGIA

Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Ogni tanto mi eclisso da questo spazio ed in quest’ultimo periodo a ragion veduta, vuoi perchè motivi di salute mi tormentano dai primi di dicembre dello scorso anno, vuoi perchè il tempo non basta mai.
Tuttavia l’assenza mi ha permesso di concentrarmi maggiormente su aspetti prettamente musicali e l’upgrade del mio studietto di registrazione.
Le nuove apparecchiature ed i nuovi softwares hanno insomma fornito nuovi stimoli a fare musica che è poi quello che ti permette di accantonare, almeno in parte, le tristezze e le avversità della vita.
Così mi sono deciso ed ho ripreso un po’ di canzoni che hanno accompagnato la mia giovinezza e me le sono arrangiate e realizzate di sana pianta.
Sto pensando di farne una raccolta che potrei intitolare “Carramatzinas” (Cianfrusaglie), non perchè consideri tali canzoni dei vecchi rottami, ma solo pezzi dei miei più bei ricordi, quelle cose che non vorresti mai buttare via.
Continua a leggere

Non mi sono mai interessato di politica ne ho mai apprezzato questo mondo, vuoi perchè caratterialmente non sono mai stato un buon diplomatico, vuoi perchè non ho mai gradito i giochi di potere che hanno sempre tratto in inganno noi comuni mortali. Certo è che ora, come non mai, mi sento indignato nell’apprendere che c’è uno Stato che non c’è e che poco tutela i suoi Militari.
Ritorno inevitabilmente, ancora una volta su questo mio spazio, a parlare dei nostri due Marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, abbandonati da due anni in India al proprio destino.
Non oso pensare a cosa accadrebbe se i nostri due fieri Militari rimanessero vittime di una giustizia da terzo mondo, che adesso accusa i due di terrorismo ma non si è fatta mai carico della piaga della pirateria, che affligge quel paese proprio a causa della sua miseria, un fenomeno che tanto ricorda i racconti dei primi del ‘900 di Emilio Salgari.
Nobile letteratura a parte, sono certo che le Forze Armate, nell’ipotesi del peggiore scenario catastrofico-giudiziario, in danno dei due Marò, non rimarrebbero a guardare nel constatare l’assoluta inadeguatezza di uno Stato che, prima ordina missioni ed incarichi di delicatezza estrema in suolo straniero e poi non è in grado di tutelare i suoi rappresentanti facendo rispettare a chiunque le più comuni regole e convenzioni internazionali. Continua a leggere