Archivi del mese: Maggio 2006

Lasciate alle spalle tutte le malinconie dei giorni scorsi (a volte capita), questa mattina ho aperto l’uscio di casa, quasi volessi far entrare aria nuova e cacciare cattivi pensieri.
Una lama di luce solare fendeva i due grossi pini del giardino e come un riflettore illuminava quattro bei micetti intenti a giocare sull’erba tagliata di fresco.
Poco più in la, mamma gatta, attenta e discreta, li osservava godendosi la frescura del mattino.
Insomma, nuovi ospiti in casa Whollock, arrivati da chissà dove e comunque i benvenuti, anche se Rocky ed Ice non hanno gradito molto la nuova comitiva.
Una buona tazza di latte per tutti e poi staremo a guardare se la famigliola deciderà di trattenersi o proseguirà il suo viaggio.
Per ora sembrano gradire molto la tranquillità e la protezione che offre il mio giardino.
Moltre altre buone nuove ci sarebbero oggi ma le voglio voglio cullare nel segreto del mio petto.
Per questo, eccezionalmente e solo per oggi, una ventata di luce nel mio blog (è la prima volta che succede).
Queste sono buone notizie.

Guardo il lento affondare delle mie speranze e rivedo affiorare vecchi e tristi ricordi.
Anche il mio Angelo se n’è andato.
Inutili lacrime mi riconducono a lontane origini.
Improvvisamente mi sento attratto da quel lento cadere.
Non macchina, non uomo.
Niente di niente, questo è Ciò che rimarrà di me.