Archivi del mese: Giugno 2005

Quante volte abbiamo scherzato impropriamente sull’altrui verginità?
Ma che cos’è veramente la verginità?
E’ molto più che una condizione fisica, molto più che la manifestazione di una conclamata sessualità.
Il concetto di verginità è molto più profondo e risiede nella donna quanto nell’uomo.
Verginità è l’essere puri ineriormente, è l’amore, purezza, coinvolgimento, è mettere i propri sentimenti nelle mani di qualcunaltro, come fosse sempre la prima volta.
Quale cosa più grande, quale cosa più eccelsa, quale cosa più celestiale vi è se non concedere il proprio io alla persona amata?
Ecco perchè, come in una biblica profezia, si può concedere la propria verginità più volte.
Se la riteniamo un semplice fattore meccanico, se la riteniamo la semplice rottura del frenulo, se la consideriamo volgarmente la devastazione dell’imene, non abbiamo capito nulla della verginita nel suo sommo significato.
La verginità è nella nostra mente, è nel nostro candore, nella nostra spontaneità, nel nostro cuore.
E’ per tale ragione che sono sempre stato lieto di regalare la mia verginità a chi ne è stata degna, e così farò per chi lo sarà in futuro.

Estate torrida ed infuocata quella che stiamo vivendo, a detta di alcuni esperti, una delle più calde e precoci degli ultimi 30 anni.
L’altro ieri 12 docce all’ombra, ieri forse appena più fresco e quindi solo 10.
No, non ho le traveggole, nè ho preso un colpo di sole.
Oramai non guardo più il termomentro (prossimo alla fusione). Mi sono ridotto a misurare la temperatura in docce anzichè gradi centigradi.
Chissà cosa mi aspetterà in questa giornata appena cominciata e che sembra nascondere abilmente quella tanto sospirata pioggia ed un po’ di refrigerio.
Le previsioni dicono che oggi dovrebbe piovere, ma quest’ennesima giornata di calura, sembra essere cominciata all’insegna di un ulteriore giorno di latitanza delle precipitazioni.
Credo che sarà un’altra giornata di soffocamento e visti i precedenti potrei azzardare una previsione.
Venti da Nord /Nordovest di intensità variabile (dipende da come posiziono il ventilatore e dalla velocità selezionata) con temperature di 5 – 6 docce intorno alle ore 14.00, che aumenteranno a 9 – 10 intorno alle ore 20.00. I mari potrebbero essere molto mossi o agitati (dipende se decidessi di sostituire la doccia con un bagno dentro la vasca).
Rassegnamoci e prepariamo le canoniche sette camice.
A proposito di doccia mi viene da riflettere anche sul risparmio dell’acqua. A tal merito propongo una vera chicca di foto.