Un emulatore per riassaporare i videogames vintage anni ’70 e ’80


Chi come me ha trascorso la sua gioventù a cavallo tra gli anni ’70 ed ’80 non può non ricordare una moda che allora cominciava a prendere piede, una moda divenuta poi un business colossale e costituita dai primissimi videogames.
Io ne ricordo tantissimi, delle più svariate case produttrici, così come ricordo la frenesia che provavo tutte le volte (ed erano rare) che potevo portarmi nelle primordiali sale giochi e poter usufruire di quei remoti passatempi.
Forse la qualità grafica ed audio dell’epoca era veramente ridicola, se posta in relazione a quanto viene attualmente prodotto, eppure quei videogames, ancora oggi, suscitano un discreto interesse ed equivalente fascino, anche in molti giovani che certo non hanno vissuto quei tempi pionieristici.
Forse non molti sanno che ancora oggi è possibile riassaporare quei tempi ed utilizzare quei videogames senza muoversi da casa e con il proprio computer.
In nostro soccorso ci viene un software noto come MAME (Multiple Arcade Machine Emulator) che grazie al suo sviluppo pluriennale è in grado di far “girare” i videogames vintage ai quali mi riferisco.
Quindi per far rivivere quelle lontane emozioni avremo bisogno dell’emulatore che, a secondo del vostro sistema operativo (32 o 64 bit) sarà scaricabile a questo indirizzo. Prima di procedere raccomando di disporre dell’ultima versione aggiornata ed adeguata al sistema operativo in uso.
Ovviamente il solo emulatore non è in grado di far funzionare i giochi. Per tale scopo avremo bisogno delle ROMS relative ai giochi di nostro interesse che saranno reperibili a questo indirizzo in un comodo elenco alfabetico e, successivamente al loro download, andremo a copiare ed incollare nella cartella “roms” dell’emulatore.
Sappiate che la disponibilità di tali ROMS è divenuta ormai prossima al numero di 20.000, quindi ce n’è per tutti i gusti.
Se leggete poi le istruzioni di MAME scoprirete che il software permette di configurare ogni gioco secondo le nostre esigenze.
Per esempio sarà possibile configurare il livello di difficoltà, il numero di vite a disposizione per partita, i tasti da utilizzare sulla tastiera e molto altro ancora.
Insomma una piattaforma altamente versatile e performante apprezzata da molti utenti in tutto il mondo.
In definitiva un modo come un altro per tornare indietro nel tempo e contemporaneamente arricchire il proprio bagaglio culturale di nuove conoscenze tecniche.
Per chi incontrasse difficoltà (e sono rare) in rete potrà trovare innumerevoli guide, tutorial e video che trattano con chiarezza e semplicità l’argomento.


[audio:cgm.mp3]